L’acquisto alternativo: come si compra casa con il rent to buy?

Il rent to buy è un contratto in cui si fondono un contratto di locazione e un preliminare di vendita di un immobile. Come funziona questa modalità di acquisto?

rent to buy agenzia Sogno Casa

Come funziona il rent to buy?

Il rent to buy è stato introdotto con il Decreto Sblocca Italia 2014, ma è una formula di vendita già molto diffusa in Gran Bretagna e negli Stati Uniti, che viene scelta sempre più di frequente anche nel nostro Paese da persone (specialmente giovani) che desiderano diventare proprietari di un immobile ma hanno difficoltà ad accendere un mutuo.

Questa metodologia di compravendita infatti consente l’acquisto di un immobile, di qualsiasi tipologia, con una modalità graduale, flessibile ed economicamente più vantaggiosa rispetto all’acquisto tradizionale.

Il rent to buy, che alla lettera vuol dire “affitto per acquisto”, è una forma di contratto misto che si compone di:

  • una locazione
  • un preliminare di vendita.

Nella pratica, il proprietario si impegna a vendere l’immobile ad una certa scadenza ad un dato prezzo e ne dà al conduttore l’immediata concessione del godimento, come accade in una semplice locazione, a fronte del pagamento di un canone composto da una quota imputata al godimento dell’immobile e una quota relativa all’acconto del prezzo di cessione pattuito tra le parti.

Alla scadenza prefissata, la locazione si conclude e il conduttore è libero di decidere se esercitare il proprio diritto ed acquistare concretamente la casa pagando la somma restante.

In questo caso l’acquirente dovrà versare al proprietario la differenza fra il totale e i canoni di locazione già versati.

Se invece l’affittuario/conduttore sceglie di non comprare l’immobile, il contratto cessa di avere effetto alla data fissata per il termine; il proprietario/concedente può riprendere possesso dell’immobile e tenere per sé i canoni pagati sino ad allora dal conduttore o restituirne una parte in base a quanto stabilito negli accordi iniziali.

Quali vantaggi offre il rent to buy?

Di fatto questa formula è a metà strada fra la vendita e la locazione e permette all’acquirente di disporre del tempo necessario per allinearsi ai parametri previsti dal mondo bancario per la concessione di un mutuo, utilizzando da subito l’immobile.

Infatti nella prima fase del contratto, quella della locazione, il conduttore può avere il tempo che gli occorre per consolidare la propria capacità reddituale, oppure per smobilizzare dei capitali diversamente investiti che gli permetteranno di comprare la casa.

Inoltre, avrà modo di dilazionare i tempi di pagamento dato che, come abbiamo detto, una parte dei canoni versati per l’affitto verrà scalata dal prezzo finale.

In un mercato immobiliare in cui l’offerta è ancora molto ampia, optare per il rent to buy è una scelta vantaggiosa anche per il proprietario che vuole vendere, dato che questa formula evita il rischio che l’immobile resti sfitto a lungo e permette di incassare regolarmente un canone in prospettiva di una probabile vendita.

Entrambe le parti sono tutelate dalla legge: il contratto rent to buy può essere trascritto nei pubblici registri proteggendo l’affittuario dalla vendita a terzi dell’immobile; il proprietario può apporre sul contratto apposite clausole volte a salvaguardare il mancato adempimento dell’inquilino qualora decida di non acquistare casa.

Nel rent to buy l’intervento di un intermediario professionale è indispensabile per trovare da subito un accordo chiaro tra le parti, che metta al sicuro da eventuali problematiche future.

Con la supervisione di un agente immobiliare potrai procedere alla tua compravendita avendo una panoramica esaustiva ed aggiornata delle soluzioni possibili e la garanzia di una transazione senza rischi.

Contatta l’Agenzia Immobiliare Sogno Casa per maggiori informazioni!

Ti aspettiamo…