Il Salone del Mobile 2018: Milano capitale mondiale del design.

Si è tenuto in questi giorni il Salone del Mobile di Milano, evento che ha tenuto i riflettori del mondo degli architetti, dei designer e degli appassionati del settore puntati sul capoluogo lombardo.

Tra il 17 e il 22 aprile il quartiere fieristico di Rho a Milano ha ospitato la 57° edizione del Salone del Mobile, attirando esperti e curiosi da tutto il Pianeta.

L’enorme e spettacolare vetrina ha visto ben cinque manifestazioni che si sono svolte in contemporanea:

  • il Salone Internazionale del Mobile
  • il Salone Internazionale del Complemento d’arredo
  • il Salone Internazionale del Bagno
  • la Biennale di EuroCucina affiancata da FTK (Technology for the kitchen), rassegna della tecnologia presente e futura per gli elettrodomestici da incasso
  • il SaloneSatellite.

L’ultimo è una parte importante della manifestazione, dato che da 21 anni costituisce uno speciale trampolino di lancio per i giovani creativi under 35.

Protagoniste assolute sono state le idee per la casa del futuro. Grazie alle oltre 2.000 aziende (di cui il 30% straniere) che hanno presentato le loro proposte, il Salone del Mobile è diventato un luogo in cui osservare e studiare le tendenze del living.

Salone del Mobile 2018
Con il tocco di Dolce & Gabbana anche gli elettrodomestici della cucina diventano vere opere d’arte.

Il proposito del Salone del Mobile 2018 è stato quello di sottolineare il ruolo di Milano come città internazionale, intenzionata a mantenere il proprio ruolo di capitale mondiale del design. A questo scopo, la manifestazione si è dotata di un Manifesto articolato in 8 punti fondamentali.

Scarica e leggi il Manifesto del Salone del Mobile cliccando qui:  Manifesto salone del mobile-SOGNO CASA IMMOBILIARE

Le suggestive installazioni hanno emozionato e colpito i visitatori, mentre gli elettrodomestici intelligenti, grazie all’integrazione della tecnologia Wi-Fi, hanno presentato un tipo di dialogo nuovo, quello tra uomo e macchine all’interno delle nostre abitazioni.

Vivere in una casa smart permetterà di risparmiare tempo ed energia, attraverso l’utilizzo di dispositivi remoti.

La casa del futuro non è solo tecnologica, ma anche ecosostenibile, e le idee green non sono certo mancate all’esposizione.

La manifestazione dunque ha mostrato il grande desiderio di dare spazio alle emozioni, alla quotidianità, al sogno e della bellezza di ciò che ci circonda.