Fondo prima casa 2019: come fare domanda?

Anche per il 2019 è possibile richiedere il Fondo di garanzia prima casa per l’acquisto dell’abitazione principale. Ecco come fare domanda e chi sono i soggetti prioritari.

fondo prima casa 2019Oltre la metà delle compravendite che si concludono in Italia avvengono tramite l’erogazione di un mutuo ipotecario da parte di un istituto di credito.

Per quanto le banche attualmente offrano tassi di interesse molto vantaggiosi per i mutuatari e stiano dimostrando una maggiore apertura al credito, per le fasce più deboli della popolazione è ancora difficile ottenere un finanziamento per diventare proprietari di una casa.

I giovani fino a 35 anni, i genitori single, le giovani coppie spesso hanno difficoltà a presentare garanzie adeguate, ed è proprio a queste categorie in particolare che si rivolge il Fondo di garanzia prima casa.

Il Fondo prima casa, istituito nel 2013, è gestito dalla Consap ed è stato rifinanziato con 100 milioni di euro dal Decreto Crescita 2019.

Come funziona il Fondo prima casa e a chi è destinato?

Questo strumento prevede la concessione di garanzie su mutui per l’acquisto o per l’acquisto con interventi di ristrutturazione (a patto che ci sia un accrescimento dell’efficienza energetica) di immobili siti sul territorio nazionale da adibire ad abitazione principale del mutuatario.

Lo Stato dunque garantisce il 50% del capitale erogato con il finanziamento, permettendo di accendere un mutuo senza bisogno di ulteriori garanzie da parte di terzi.

Inoltre il Fondo, oltre a garantire una parte cospicua del finanziamento al posto del richiedente, permette l’accesso a mutui con particolari agevolazioni.

Come abbiamo accennato, il Fondo ha lo scopo di favorire l’erogazione di un mutuo a soggetti considerati prioritari, nello specifico a:

  • coppie coniugate o conviventi more uxorio il cui nucleo sia stato costituito da almeno 2 anni e in cui uno dei componenti non abbia superato i 35 anni,
  • under 35 con contratto di lavoro atipico,
  • coppie monogenitoriali con figli a carico,
  • conduttori di case popolari.

Come fare richiesta?

La cifra massima erogabile per i mutui garantiti dal Fondo è di 250 mila euro destinabile solo se l’immobile in oggetto non rientra nella categorie catastali A1, A8 e A9 e non ha le caratteristiche di lusso elencate nel decreto del Ministero dei lavori pubblici del 2 agosto 1969.

La garanzia del Fondo può essere richiesta anche per mutui ipotecari che coprono fino al 100% del valore dell’immobile, se l’offerta è presente presso la banca erogatrice del mutuo.

Chi fa domanda di accesso al Fondo non deve risultare proprietario di altri immobili ad uso abitativo, fatta eccezione per quelli acquisiti per successione, anche in comunione con altro successore, e che siano in uso a titolo gratuito a genitori o fratelli.

Per presentare la richiesta è necessario consultare la lista delle banche aderenti all’iniziativa e scegliere la filiale a cui rivolgersi. Trovi l’elenco degli istituti di credito seguendo il link a questa pagina.

Quindi occorre compilare l’apposito modello scaricabile cliccando qui.

Alla domanda vengono allegati il documento d’identità del richiedente, l’attestazione ISEE, una certificazione che attesti che chi fa domanda non è già proprietario di altri immobili, copia del contratto di lavoro ed altra documentazione eventuale richiesta.

Tutto questo viene poi inviato per via telematica dalla banca alla Consap, che entro 20 giorni comunicherà l’esito al mutuatario.

Se non ci sono risorse disponibili, il gestore riferisce all’istituto finanziatore l’esito entro i successivi 5 giorni.

Invece, in caso di accettazione, la priorità delle domande è stabilita dalla progressione dei numeri di protocollo ed entro 30 giorni lavorativi dall’accettazione della domanda e dall’accesso al Fondo il mutuo viene erogato e parte la garanzia statale.

Ma attenzione: in ogni caso la banca erogatrice può decidere se accettare o meno la richiesta di utilizzo del Fondo di Garanzia a propria discrezione.

Vuoi maggiori informazioni? L’Agenzia Immobiliare Sogno Casa ti guiderà verso l’acquisto della tua nuova casa offrendoti anche una valida consulenza sul mutuo.

Contattaci subito!

A presto.