Bonus facciate 2020: tutto sulla nuova detrazione.

La proroga attesa per gli incentivi sulla casa alla fine è arrivata: i proprietari che intervengono sui loro immobili con lavori di vario genere possono ancora fare affidamento sulle detrazioni in vigore lo scorso anno, ma non solo.

Nella Legge di bilancio 2020 ha fatto la sua comparsa il Bonus facciate. Ecco tutto quello che devi sapere sul nuovo sconto fiscale, dai requisiti agli interventi ammessi.

bonus facciate sogno casa immobiliare

Bonus facciate: per quali lavori?

Il pacchetto di incentivi per la casa è sempre più ricco: a Bonus ristrutturazione, Bonus mobili, Ecobonus, Bonus giardini si aggiunge anche il Bonus facciate.

Infatti la Legge di bilancio 2020 ha introdotto la possibilità di detrarre dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche (Irpef) il 90% delle spese documentate relative agli interventi edilizi finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti.

Sono ammessi al beneficio gli interventi sulle strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi, oltre alle spese relative alla sola pulitura o cappotto.

Invece quando i lavori non sono di sola pulitura o tinteggiatura esterna, ma influiscono dal punto di vista termico o interessano oltre il 10% dell’intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell’edificio, devono essere soddisfatti:

  • i requisiti  minimi di prestazione energetica riportati nelle “Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici” di cui al decreto Mise 26 giugno 2015;
  •  i valori di trasmittanza termica indicati alla tabella 2 allegata al decreto Mise 11 marzo 2008.

Sono esclusi dall’incentivo il rifacimento e l’installazione di impianti o cavi e gli interventi su: infissi, grondaie e tubi pluviali.

A differenza delle altre agevolazioni, il Bonus facciate non prevede limiti massimi di spesa.

Bonus facciate: chi può usufruirne?

L’agevolazione si può fruire solo per gli edifici esistenti ubicati nelle zone A o B indicate nel Decreto del ministro dei Lavori pubblici n. 1444/1968, cioè:

  • Zona A: le parti del territorio interessate da agglomerati urbani che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti che possono considerarsi parte integrante;
  • Zona B: altre parti del territorio edificate, anche solo in parte, in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non è inferiore al 12,5% della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale è superiore a 1,5 mc/mq.

Come sapere se hai diritto o no al Bonus facciate? È necessario verificare se il proprio edificio sorge in una di queste zone ammesse consultando il Piano di governo del territorio (PGT) e la mappa di Classificazione del territorio comunale sul sito del Comune in cui è ubicato l’immobile.

Come ottenere il Bonus facciate?

L’agevolazione consiste in una detrazione d’imposta, da ripartire in 10 quote annuali costanti di pari importo, di cui si può beneficiare in sede di dichiarazione dei redditi.

Chi desidera avvalersi del bonus deve indicare nel Modello 730 i dati catastali identificativi dell’edificio e, se i lavori sono effettuati dal detentore dell’immobile, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti ai fini del controllo della detrazione.

Inoltre è essenziale conservare la documentazione relativa ai lavori ed esibirla a richiesta degli uffici.

Il pagamento delle spese detraibili deve essere disposto mediante bonifico bancario dal quale risultino:

  • la causale del versamento,
  • il codice fiscale del beneficiario della detrazione,
  • il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

La possibilità di recuperare una percentuale così alta di spesa (addirittura il 90%) di sicuro sarà un buon incentivo per tutti coloro che vogliono dare una rinfrescata al look della facciata della loro casa, e l’aspetto delle nostre città non potrà che trarne vantaggio!

Per saperne di più non esitare a lasciare un commento o a contattarci: L’Agenzia Immobiliare Sogno Casa di Luni è a disposizione per chiarire ogni tuo dubbio!

A presto con altre novità…