Acquisto seconda casa: le 3 domande che devi farti per scegliere quella giusta.

Il mattone in Italia è l’investimento più valido e sono molti coloro che decidono di acquistare una seconda casa per mettere al sicuro i propri risparmi e magari vederli fruttare mettendo a reddito l’immobile.

Ma per fare un investimento redditizio è necessario scegliere l’immobile giusto. Quali domande devi farti prima di acquistare la tua seconda casa?

tre domande prima di fare un investimento immobiliare

1.Cos’è importante per il tuo affittuario?

Scegliere la casa che intendi affittare è ben diverso da scegliere quella in cui dovrai andare ad abitare con la tua famiglia.

Se sei alle prime armi nel campo degli investimenti in questo settore, c’è il rischio che nel valutare quale immobile sia il più adatto alla tua operazione tu lasci prevalere il tuo gusto personale, mentre quello che devi fare è considerare le qualità della casa basandoti su altri parametri.

Prova a metterti nei panni di quello che sarà il tuo futuro inquilino.

Il tuo affittuario valuterà sicuramente:

• La posizione dell’immobile. Chi cerca casa in affitto di certo preferirà un immobile situato in un centro urbano o comunque in una zona ben collegata con i mezzi pubblici, specialmente se il tuo inquilino sarà un lavoratore o uno studente.

La situazione cambia se invece vuoi ricavare un guadagno dalle locazioni brevi. In questo caso dovrai cercare la tua seconda proprietà in una località turistica richiesta.

Prima di acquistare, studiare a fondo le caratteristiche di una zona è importantissimo, perché aiuta a capire anche quali sono le possibilità di sviluppo future del territorio, e quindi a prevedere le tue reali possibilità di guadagno.

Le dimensioni dell’immobile. Anche acquistando una piccola casa si può ottenere guadagno, se si trova nel posto giusto.

Anzi, un immobile di piccole di dimensioni ha il duplice vantaggio di essere più gestibile e comportare meno spese.

Insieme alla zona, sono proprio i mq disponibili che determinano il tipo di persona a cui lo darai in locazione: un monolocale o un bilocale probabilmente attirerà un inquilino che non resterà in affitto in maniera duratura e in una zona turistica si presta bene a diventare una perfetta casa vacanze, mentre un appartamento più grande attirerà nuclei familiari in cerca di una soluzione più stabile.

• Le condizioni dell’immobile. La casa non deve essere perfetta o avere finiture di lusso, ma senza dubbio presentarsi in buone condizioni.

In Italia il settore degli affitti è in forte crescita: c’è molta richiesta e in media i canoni puntano al rialzo, perciò anche chi cerca un’abitazione in affitto in questi anni è diventato sempre più esigente ed attento all’aspetto della casa.

In particolare si evidenzia una maggiore facilità di affitto per le soluzioni arredate o parzialmente arredate.

2.Cos’è importante per te?

Quando vuoi mettere un immobile a reddito la scelta dell’appartamento non deve essere dettata dal cuore, ma da giusti calcoli: solo prevedendo le spese a cui andrai incontro e le possibilità effettive di guadagno che un immobile offre potrai optare per la soluzione che garantirà i massimi risultati in termini di rendita.

Vietato quindi innamorarsi di una casa e volerla acquistare a tutti i costi, spendendo più del previsto per accaparrarsela o per metterla a nuovo, per poi scoprire che la zona in cui si trova non è quella giusta, magari perché lontana dai principali servizi.

Senza un inquilino, la tua seconda casa (per quanto possa piacerti) per te costituisce solo una spesa e non un guadagno.

Devi conoscere bene il mercato immobiliare, la zona, orientare la tua scelta in base al target di clienti che intendi intercettare (studenti fuorisede, lavoratori, famiglie, turisti ecc.) ed essere bravo a fare conti e previsioni per sapere quali situazioni potrebbero prospettarsi.

3.Mutuo: sì o no?

Negli ultimi anni il mercato immobiliare ha offerto molte opportunità a chi ha scelto di investire in immobili da mettere a reddito.

Il fascino dell’immobiliare è derivato dai prezzi delle case che sono scesi rispetto al periodo pre-crisi, ma anche dai tassi sui mutui ai minimi storici.

Acquistare una seconda casa da mettere a reddito è una scelta conveniente anche se effettui l’acquisto chiedendo un mutuo, che potrai ripagare nel tempo utilizzando proprio le entrate della locazione.

Valuta quali sono le condizioni più vantaggiose per te e ricorda che un mutuo con scadenze troppo lunghe (oltre i 25 anni, ad esempio) comporta interessi maggiori e rischia di far diventare la tua seconda proprietà un investimento troppo caro.

Così facendo non prosciugherai i tuoi risparmi e in pochi anni ti troverai un immobile di proprietà che ti porta una rendita mensile.

Acquistare un immobile da mettere a reddito è un’opportunità per creare un attivo che generi ogni mese un ritorno automatico positivo, ma l’investimento deve essere fatto con criterio per portare i suoi frutti.

Per scegliere in modo sicuro e valutare in modo attento ogni soluzione d’acquisto è indispensabile la guida dell’agente immobiliare.

Vuoi investire in una zona turistica? L’Agenzia Immobiliare Sogno Casa può proporti un’ampia selezione di immobili tra cui scegliere quello che diventerà il tuo investimento perfetto nella zona di La Spezia, nei paesaggi più richiesti della nostra Liguria, che conquista tutti con la sua bellezza.

Contattaci!

Ti aspettiamo.